Una partecipazione sentita quella di sabato pomeriggio al Dopolavoro Ferroviario all’incontro promosso dal M5S e dal Meetup Amici Beppe Grillo Crotone su Mobilità e Trasporti. Hanno partecipato all’evento oltre alla deputata del Movimento 5 Stelle Federica Dieni, associazioni del territorio, da sempre impegnate sui temi del dibattito. Un incontro estremamente costruttivo, secondo i due consiglieri comunali Sorgiovanni e Correggia, dal quale sono emerse criticità ma soprattutto soluzioni comuni e condivise.
Treni inadeguati ed obsoleti, spesso carenti di sistemi di sicurezza diffusi, uniti alla soppressione di tratte e doppi binari di scambio rappresentano il fulcro delle criticità che l’associazione Ferrovie in Calabria ha presentato ai cittadini, criticità già oggetto di multiple azioni dei portavoce del M5S che, come ricordato dalla stessa Dieni, hanno portato al ripristino del secondo treno Intercity sulla linea jonica. L’ On. Dieni ha espresso soddisfazione per il risultato raggiunto dopo quattro atti parlamentari, lettere ed incontri, tanto al Ministero competente quanto alla Regione Calabria, evidenziando la necessità di continuare a vigilare affinché la realizzazione del progetto riguardante il nuovo Intercity avvenga con l’utilizzo delle migliori tecnologie e materiali che devono essere idonei a giustificare il prezzo del servizio.E’ intervenuta anche Teresa Liguori, membro del collegio dei probiviri dell’associazione nazionale Italia Nostra, che ha ribadito la necessità di valorizzare le tratte ferroviarie delle Calabria, anche con progetti legati alla valorizzazione del patrimonio artistico, storico e culturale della regione, vero punto di forza del rilancio economico del territorio.Si è discusso con l’associazione Ciclofficina TR22oo delle quotidiane difficoltà che ogni singolo cittadino incontra e che spaziano dallo scarso controllo sulle piste ciclabili, alla pavimentazione sconnessa in più punti, a spazi di piste ciclabili che ospitano bidoni dei rifiuti.
Queste problematiche, unite ai dati allarmanti che emergono per la mancanza di sicurezza sulle strade cittadine, sono frutto di una pessima gestione istituzionale del problema.
A fronte del dato secondo cui il 70% degli incidenti avviene sulle strade cittadine si rileva il dato secondo cui il comune di Crotone preferisca agire favorendo l’emergenza e finanziando circa 600 mila euro per interventi straordinari, impiegandone solo 24 mila per la manutenzione ordinaria.
L’inadeguatezza di questo sistema, mirato a rincorrere le onerose emergenze e senza progettualizzare e programmare idonei interventi di ordinaria manutenzione, genera un aggravio sensibile dei debiti fuori bilancio e non permette nel medio – lungo periodo un risparmio considerevole delle risorse pubbliche.
I consiglieri Sorgiovanni e Correggia hanno evidenziato i rilevanti problemi infrastrutturali e di mobilità esistenti tra il centro urbano e i quartieri periferici della città. Per affrontare e risolvere questa emergenza la città di Crotone deve dotarsi al più presto di un piano della mobilità urbana sostenibile (PUMS) atto a pianificare e realizzare un sistema integrato dei servizi.
A tale modus operandi si aggiunga l’inerzia e l’indisponibilità al dialogo mostrata da questa amministrazione, condizioni che hanno portato i due consiglieri pentastellati a depositare il 22 febbraio scorso un’interrogazione a risposta scritta indirizzata al Sindaco Pugliese in materia di cofinanziamento di interventi per lo sviluppo e la messa in sicurezza di itinerari e percorsi ciclabili e pedonali nelle aree urbane e delle ciclovie turistiche.
Infatti, posta l’assegnazione alla Regione Calabria di € 272.477,05 in forza del D.M. emanato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti numero 481/2016, è fondamentale che l’amministrazione comunale di Crotone si attivi per prendere contatti con l’assessore ai trasporti della Regione e chiedere sin da subito come si intenderà gestire quei fondi e, soprattutto, se esistano progetti comunali in atto idonei a poter rientrare in tali finanziamenti.
Ancora una volta il Movimento 5s sposa l’idea di una politica al servizio dei cittadini e se ne fa portavoce.
Il M5s ai palazzi preferisce la strada, quella che i cittadini percorrono ogni giorno
MoVimento 5 Stelle di Crotone
Ilario Sorgiovanni e Andrea Correggia